CHI SONO? - OrlandoB
17
page-template-default,page,page-id-17,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

CHI SONO?

Biografia

Sono nato ad Alatri (FR), nel 1991, e dopo le scuole elementare e media ho frequentato il liceo classico. Prima di frequentare a tutti gli effetti l’università, ho trascorso un anno in un college a Cambridge, in modo da acquisire i titoli linguistici necessari che mi permettessero di essere ammesso in un’università inglese: sono riuscito nell’impresa, e ho dunque frequentato l’università di Nottingham, nella facoltà di Electronic and Computer Engineering.
Successivamente ho frequentato all’Università La Sapienza di Roma Ingegneria Informatica.
Per crearmi un po’ di valida esperienza, ho lavorato per un anno presso la web agency Media Today, all’interno della quale ho ricoperto la posizione di web master e social media manager: una posizione per la quale mi sentivo portato, e che mi ha consentito di acquisire nozioni e strategie davvero utili, ma soprattutto di mettere a frutto ciò che ho imparato nel Master che ho frequentato, ricevendo l’attestato,  sempre presso l’Università La Sapienza, di Web & Social Media Marketing.

Grazie ad Expo 2015 ho avuto la preziosa opportunità di svolgere il volontariato presso il padiglione di Slow Food: un’esperienza gratificante e soprattutto interessante, per mezzo della quale ho fortificato la mia passione per l’enogastronomia.
Fin da piccolo, infatti, l’enogastronomia è un ambito che mi affascina: l’idea di poter studiare il territorio e i prodotti che da esso ne derivano in modo approfondito, ma anche tutto ciò che concerne la gestione di ristoranti ed aziende di vario tipo, mi ha attratto a tal punto da convincermi a scegliere di iscrivermi nuovamente all’università.

E’ iniziata così la mia carriera universitaria nel corso di Scienze Gastronomiche: sono stato ammesso nel maggio 2015, e nel settembre 2015 ho iniziato a seguire i corsi presso l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche a Pollenzo, frazione del comune di Bra (CN), l’unica al mondo che presenta materie e corsi interamente incentrati sulle Scienze Gastronomiche. Dà l’accesso a sole 80 persone all’anno ed è stata fondata da Slow Food, un’associazione no profit internazionale che si impegna a ridare il giusto valore al cibo e a mantenere il prezioso equilibrio tra chi produce e gli ecosistemi, sfruttando le conoscenze custodite nei territori e nelle tradizioni locali.
Il corso che sto frequentando propone un modello didattico innovativo ed originale, sia nei contenuti, che nelle modalità di insegnamento ed apprendimento. I contenuti proposti esprimono il mondo delle scienze gastronomiche in un modo interdisciplinare, attraversando i temi della gastronomia e del cibo a tutto tondo e formando persone capaci di operare sia nella valorizzazione del cibo che nella progettazione e nella gestione delle imprese. I continui incontri e contatti con i protagonisti del mondo dell’enogastronomia nazionale ed internazionale costituiscono l’ossatura del corso di studi.
La passione per l’enogastronomia è una scintilla che va sentita profondamente e per la quale bisogna anche, tutto sommato, essere portati. Io mi sono sempre sentito tale, e non ho potuto fare a meno di cogliere al volo la preziosa occasione di dare forma a una carriera all’interno dell’enogastronomia, come desideravo quando ero più piccolo.

Passioni e interessi:

Credo che avere tante passioni e poterle (ma, soprattutto, saperle) coltivare sia un grandissimo dono e un diritto del quale possiamo andare fieri. Io non sono mai rimasto con le mani in mano: le mie principali passioni sono la fotografia, il cinema, i viaggi e il web. Se non avessi avuto queste ultime due passioni, non avrei intrapreso le esperienze in Inghilterra e poi all’Università la Sapienza, esperienze grazie alle quali ho avuto modo di conoscere nuove persone, sviluppare al meglio le mie capacità e lavorare in un ambito che ho sempre trovato affascinante.

Ma, come detto in precedenza, la mia più grande passione rimane l’enogastronomia. Mi piacciono molto sia gli aspetti gestionali, rivolti ad esempio all’apertura di ristoranti e di attività ricettive, sia quelli agricoli, in particolare per quanto riguarda i prodotti tipici locali e i vini delle varie terre. Trovo interessante vedere come si possa mettere in mostra ciò che la nostra terra ci offre, più o meno spontaneamente, in modo da farsi un nome e una carriera all’interno di un contesto enogastronomico. Mischiare sapori e odori, abbinare pregiati vini a gustosi e saporiti prodotti regionali, offrire cibi tradizionali alle persone e veder comparire sui loro volti espressioni di felicità nel sapere che in prodotti tanto semplici e, spesso, naturali, il gusto esplode e si fa sentire in mille sfaccettature diverse: è questo che più amo dell’enogastronomia.

Inoltre, l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, in quanto ateneo internazionale, adotta sia la lingua italiana che quella inglese nell’insegnamento e nell’apprendimento, costituendo un valido strumento formativo nell’ottica di un futuro non solo in Italia, ma anche all’estero: grazie all’anno passato a Cambridge, e quindi alla mia passione per i viaggi, mi sono reso la strada di questo percorso di studi molto più spianata.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio